mercoledì 3 maggio 2017

Elios

Sul 1° tiro.
Sul 2° tiro.
Teo all'uscita del 4° tiro.
Sul 5° tiro.
Teo all'uscita del 7° tiro.
Tracciato della via
(grazie a Diego e Teo per la foto della parete).
Parete S. Paolo - Valle del Sarca
Parete E


Dopo che per il ponte del 25 aprile avevo finalmente inaugurato le falesie della valle del Sarca, era tempo di tornarci per un paio di vie. E così, passata meno di una settimana, eccomi di nuovo qui. Una via tranquilla... ma non troppo, con buone protezioni, ma che non si fa mancare qualche passo impegnativo e dal carattere piuttosto atletico, come si intuisce dall'affollamento nullo, a differenza della vicina Selene.
Accesso: da Arco si prende la strada che costeggia i Colodri e si raggiunge la cappelletta di fronte al bar-pizzeria La lanterna (possibile parcheggio più avanti sulla strada). Si segue indi il sentiero che sale verso destra, per piegare poco dopo a sinistra per una traccia (ometto) che in breve porta sotto la parete. Si prosegue ora brevemente verso sinistra fino a salire all'attacco di Selene (scritta e numerose cordate presenti). Appena a sinistra c'è l'attacco (scritta e schizzo con un sole).
Relazione: via molto bella che sale la parete S. Paolo proprio di fronte al ristorante La lanterna, con carattere un po' misto tra lo sportivo e l'alpinistico. La chiodatura è sempre ottima ed i passaggi più impegnativi sono protetti a fix, ma un paio di passi di VI obbligato richiedono un po' di decisione. Utile un BD3 per la fessura del 4° tiro. Roccia ottima.
1° tiro: salire la fessurina e traversare a sinistra su breve cengia per proseguire su una placchetta ancora verso sinistra. All'uscita si trova la sosta. 20m, V+, VI+ (passo); un fix, tre cordoni, due chiodi (uno con cordone). Sosta su due fix con cordone ed anello.
2° tiro: a sinistra della sosta a superare un muretto, proseguendo verso destra su placchetta e lama. Si sale brevemente in verticale per spostarsi a sinistra in placca ed uscire alla sosta su cengia. 30m, V+, V, VI+; tre fix, due cordoni in clessidra, due chiodi (uno con cordone). Sosta su due fix (uno con anello).
3° tiro: Salire a sinistra della sosta a superare un saltino, portarsi verso destra salendo in obliquo fino a doppiare uno spigolino e continuare lungo una placca fino al terrazzo di sosta. 20m, V+; due fix, due chiodi, due cordoni. Sosta su due fix (uno con anello).
4° tiro: salire verso destra puntando all'evidente fessura lievemente strapiombante e un po' untina, superarla e attaccare la successiva fessura, uscendone sulla destra. Una placchetta porta alla sosta. 20m, 6b+ (anche A0), VI-; due cordoni in clessidra, un fix, un chiodo con cordone. Sosta su due fix (uno con anello).
5° tiro: salire la placchetta puntando al cordone e traversare verso sinistra alzandosi lievemente. Un passo delicato ma ben protetto porta ad un diedrino lievemente aggettante da cui si esce a sinistra sul ballatoio di sosta. 20m, V+, 6a (passo), 6b (passo), VI-; due fix (uno con cordone), un chiodo, sei cordoni in clessidra. Sosta su due fix (uno con anello).
6° tiro: alzarsi brevemente a prendere una rampa verso destra, superare un muretto ed infilare un diedro con massi dall'aspetto un po' preoccupante, uscendone a sinistra su terrazzo. 20m, IV, V; due fix (uno con cordone), un cordone su pianta completamente secca. Sosta su un fix e cordini in clessidra.
7° tiro: traversare a sinistra e salire un diedrino uscendo in placca. Puntare verso sinistra a prendere una fessura strapiombante. All'uscita, sulla sinistra, c'è la sosta. 20m, VI-, 6a; due fix, due chiodi (uno con anello), due cordoni in clessidra. Sosta su un fix e cordini in clessidra.
8° tiro: salire a sinistra della sosta per spostarsi poi verso destra aggirando un pilastrino. Proseguire su placca uscendo a destra sul terrazzo di sosta. 25m, V+, IV; sette cordini in clessidra. Sosta su un fix e un chiodo.
9° tiro: salire a destra della sosta puntando al cordone, raggiungere un terrazzo e superare il breve strapiombino finale. 25m, III, V+ (passo); due cordoni in clessidra, un fix. Sosta su cordone su pianta.
Discesa: inoltrarsi nel bosco seguendo una traccia fino ad incontrare un evidente sentiero. Da qui due possibilità per raggiungere la stra sottostante: si tiene la destra, tenendo ancora la destra ad un bivio successivo, oppure si tiene la sinistra, tenendosi sempre verso la parete, fino ad incontrare un ripido sentiero che riporta sulla strada nei pressi de La lanterna.

Nessun commento:

Posta un commento